L'immondizia "piace" !?

deutscher Text

.

"L'immondizia piace", era la risposta di un amico napoletano alla domanda, perché, mio dio, a Napoli e dintorni c'è tanta immondizia. Noi non dovremmo vedere tutto in modo così estremo. Per "noi" egli intende le circa 120 famiglie tedesche che, nel periodo di lavoro presso la NATO, si sono insediate tra Licola, Varcaturo e Lago Patria. Egli stesso vive a Posillipo, dove l'immondizia è "nei limiti" ed inoltre non è abituato ad altro.

Per noi, tuttavia, è un vero e proprio "shock culturale"; noi ci troviamo in una regione che per bellezza e grandiosità trova difficilmente l'eguale in Germania - e che allo stesso tempo affonda nell'immondizia. Strade e case si mostrano spesso in uno stato di conservazione peggiore degli scavi di Pompei, per ciò che è dato di vedere.

Perché deve essere così? Gli italiani si sentono davvero così a loro agio a differenza dei tedeschi che terminano i loro giri di compere o visite "esplorative" scappando a casa, per non essere costretti a vedere lo sporco? Ad una passeggiata nei dintorni di casa, così come in patria siamo abituati tutte le sere, nemmeno a pensarci ...

Badiamo bene, non fraintendiamoci! "Noi" qui stiamo volentieri, godiamo del sole, dell'ottimo cibo, dei paesaggi strepitosi - spesso ammirati da lontano - della cordialità affettuosa della gente. Non vogliamo collocarci su un piano più elevato o dar l'impressione di voler insegnare qualcosa. Ma vorremmo tanto volentieri comprendere perché l'immondizia debba starci, e se si può fare qualcosa.

Senza lo sporco questo bel paese potrebbe diventare il paradiso in terra ... ci vuole davvero tanto? Non potrebbe ciascuno spazzare davanti la propria porta, così come recita un noto proverbio tedesco? Se ciascuno curasse il pezzetto davanti casa sua, non avrebbe poi un carico di lavoro così grosso e otterrebbe maggior attenzione anche per la cura degli spazi altrui - o no?

Occorre solo un po' di iniziativa personale ed un po' di fantasia, per abbellire un'area e renderla più gradevole al cuore ed alla propria qualità di vita. Si potrebbero addirittura indire delle gare fra paesi e comunità, così come da decenni avviene in Germania. Si potrebbe concordare un giorno all'anno, dedicato allo sforzo collettivo di ripulire il proprio paese o quartiere ed al termine ci si potrebbe divertire con una bella festa. In questo modo si potrebbe imparare a conoscere meglio i nostri vicini di casa e ciò comporterebbe maggiori scrupoli a scaricare la propria immondizia dal finestrino della propria vettura. Ci si potrebbe inoltre preoccupare dei cani randagi, anche al fine di evitare che l'immondizia accumulata venga sciorinata per le strade. Potrebbero essere sterilizzate ed adottati - il problema verrebbe risolto nello spazio temporale di poche generazioni canine.

Sono al corrente delle battute italiane sulla meticolosità dei tedeschi; non ho intenzione di portare la Germania in Italia (altrimente avrei fatta meglio a starmene a casa mia), ma non sarebbe bello collegare gli aspetti positivi dei due popoli, giacchè qui abbiamo l'occasione di imparare gli uni dagli altri?

 

avanti  -  indietro  home

 

©2012 - 2015 Erika Mager All rights reserved